Maggiori informazioni

Tagliatelle all’espresso e timo

Ricetta per tagliatelle fatte in casa con scalogni al vino porto

Preparandola voi stessi, otterrete una pasta ancora più squisita. Quindi perché non osare sperimentare con gli ingredienti? Provate la nostra ricetta per gustose tagliatelle all’espresso e scalogni al vino porto. 

Se gradite un formato particolare di pasta, perché non provare a realizzarla da sé? Questa ricetta dimostra che non è affatto complicato e che i sapori del timo e dell’espresso si abbinano perfettamente. Il caffè espresso è un ottimo arricchimento anche per la salsa al vino porto perché regala un sapore unico agli scalogni sbollentati. Aggiungete il tocco finale guarnendo con rucola e parmigiano fresco: una gioia per gli occhi e le papille gustative! 

Porzioni: 4

Ingredienti per le tagliatelle:

  • 150 g di semola di grano duro
  • 150 g di farina bianca più quella necessaria per il piano di lavoro (farina bianca fine)
  • 1 cucchiaino di sale
  • pepe nero macinato fresco
  • 3 cucchiai di foglie di timo fresco
  • 110-115 g di caffè espresso doppio freddo, ad es. Miele Black Edition N°1
  • 1 tuorlo d’uovo
  • 1 cucchiaio di olio di colza

Ingredienti per gli scalogni al vino porto:

  • 100-120 g di burro
  • 400 ml di vino porto (Ruby)
  • 3 cucchiai di caffè, ad es. Miele Black Edition N°1 e altri 3 di salsa di soia (fermentata naturalmente) 
  • 4 foglie di alloro
  • 350 g di scalogni piccoli
  • 2 cucchiai di liquore cassis

Altri ingredienti:

  • 100 g rucola
  • 1-1 ½ peperone rosso
  • 8 cucchiai circa di parmigiano (grattugiato fresco) più quello necessario per servire
  • sale

Preparazione:

  1. Mischiate gli ingredienti per le tagliatelle in un robot da cucina servendovi della frusta, quindi impastate a mano per 5 minuti per formare un impasto elastico. Avvolgete l’impasto in un foglio di alluminio e lasciatelo riposare per almeno un’ora.
  2. Posizionate un canovaccio su un una teglia da forno. Dividete l’impasto per le tagliatelle in quattro parti, spianatele il più sottile possibile su una superficie infarinata e tagliatele in tagliatelle della larghezza di una matita (quest’operazione è più semplice se si utilizza una macchina per pasta). Distribuite le tagliatelle sul canovaccio e lasciatele lì fino a quando non dovrete cuocerle.
  3. Tagliate 40–50 g di burro a pezzetti e refrigerateli.
  4. Portate ad ebollizione il porto, l’espresso e la salsa di soia con le foglie di alloro e lasciate cuocere senza coperchio per far ridurre il liquido. Nel frattempo, sbollentate gli scalogni per qualche minuto nell’acqua bollente, asciugateli, pelateli e tagliateli in quattro nel senso della lunghezza.
  5. In una padella capiente, saltate gli scalogni in 50–60 g di burro a fuoco basso finché non assumono una rosolatura dorata. Aggiungete la riduzione al porto e il liquore cassis, coprite e brasate per 5-7 minuti.
  6. Scaldate 4 piatti fondi.
  7. Lavate la rucola, scolate le foglie e asciugatele. Pulite il peperone, rimuovete il torsolo e tagliatelo a dadini. In un tegame ampio, portate 3 litri d’acqua ad ebollizione con 2 cucchiai di sale. Aggiungete le tagliatelle all’espresso e cuocetele per 1-3 minuti, scolatele e fatele saltare in padella con il parmigiano.
  8. Aggiungete il peperone a dadini agli scalogni, togliete la padella dal fornello e versate i cubetti freddi di burro. Salate se necessario.
  9. Per prima cosa, disponete le foglie di rucola su un piatto fondo, poi aggiungete le tagliatelle all’espresso e gli scalogni insieme alla loro salsa, cospargete con un po’ di parmigiano e servite subito.

Suggerimenti: 

  • Le tagliatelle possono essere spianate, tagliate e asciugate con diversi giorni di anticipo.
  • L’espresso per le tagliatelle può essere misurato in modo più preciso in base al peso.
  • Più è fresco e sottile l’impasto steso, più velocemente cuocerà.
  • Se siete di fretta, mescolate semplicemente il burro ammorbidito, il parmigiano e il pepe con le tagliatelle all’espresso e timo e servite sulla rucola invece di aggiungere gli scalogni al vino porto.

Production: Regine Smith Thyme
Food styling: Marlies Klosterfelde-Wentzel
Styling: Katrin Heinatz
Foto: © Wolfgang Kowall