CG

CG

1. Aspetti generali

a) Le presenti Condizioni generali sono valide per tutte le consegne e i servizi, anche in assenza di una particolare conferma d'ordine nell'ambito di un rapporto di affari. Non si applicano le condizioni d'acquisto del cliente, anche se non espressamente contraddette.

b) Gli accordi con i nostri collaboratori, in particolare le garanzie, sono validi solo se da noi confermati in forma scritta.

 

2. Consegne

a) Siamo autorizzati a eseguire consegne parziali, che possono essere addebitate separatamente, se si presume che sia nell'interesse dell'acquirente. In particolare, una consegna parziale risulta ragionevole se non include singoli elementi che sono stati venduti come collegati.

b) La consegna è gratuita all'indirizzo di consegna concordato. La spedizione è a rischio dell'acquirente. Su richiesta dell'acquirente tutte le spedizioni sono assicurate contro la rottura con un livello di rischio pari al 50% del valore.

c) La posa di collegamenti idrici, elettrici e del gas nonché lo scarico dell'acqua non sono inclusi nella consegna. I collegamenti necessari devono essere eseguiti dall'acquirente stesso, rispettando le disposizioni in vigore.

d) Casi di forza maggiore, obblighi imposti dalle autorità e altre circostanze che esulano dalla nostra volontà, in particolare problemi di traffico e problemi nell'infrastruttura, scioperi, carenza di mezzi di trasporto, danni da incendio, ci esonerano dall'obbligo di consegna per tutta la durata di tali eventi. Siamo autorizzati a recedere dal contratto se per i succitati motivi il contratto non può più essere adempiuto. In questi casi si esclude qualsiasi obbligo di risarcimento di danni nei confronti dell'acquirente.

 e) Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche alla costruzione, alle dimensioni e al peso dell'oggetto della consegna che, a fronte di una valutazione oggettiva di tutte le condizioni, siano ragionevoli per l'acquirente.

f) In caso di acquisto con consegna su richiesta, l'acquirente deve ritirare l'oggetto acquistato entro 3 mesi dal giorno della conferma d'ordine. Per i termini di consegna sono valide le condizioni precedenti.

g) In conformità alle disposizioni sugli imballaggi in vigore in Germania, ci assumiamo la responsabilità del recupero e il riciclo degli imballaggi vuoti; tutti i costi dovuti al sistema (ad es. i container a noleggio) sono a carico dell'acquirente.

 

3. Prezzi e scadenza

a) Il tempo di viaggio e di lavoro, nonché le spese di trasporto sono calcolate separatamente in caso di richiesta di installazione da incasso.

b) Uno sconto viene concesso solo in caso di accordo specifico e quando tutte le fatture precedenti risultano già saldate.

c) L'acquirente ha diritto a una compensazione solo in caso di crediti incontestati e passati in giudicato.

d) Se nella transazione commerciale con l'azienda l'acquirente non paga un assegno o una cambiale, è in ritardo con un pagamento, ha interrotto i pagamenti o se si è in presenza di fatti che facciano presumere un'interruzione dei pagamenti, tutti i diritti dell'acquirente derivanti dal rapporto di affari e relativi a consegne già eseguite risultano immediatamente scaduti, anche nel caso in cui a fronte degli stessi sia stata emessa una cambiale. Non è previsto alcun diritto di ritenzione a causa di una cambiale. Possiamo assoggettare le altre consegne a una prestazione di garanzia anticipata o al pagamento contestuale del prezzo d'acquisto. Se tale garanzia non viene fornita entro un termine adeguato, siamo autorizzati a recedere dagli accordi oppure a richiedere un risarcimento dei danni a causa del mancato rispetto del contratto.

e) Se sopraggiungono eventi che mettono in dubbio l'affidabilità creditizia dell'acquirente o se l'acquirente ci informa di condizioni esistenti prima della stipula del contratto solo in un secondo momento, possiamo assoggettare la consegna a una prestazione di garanzia anticipata o al pagamento contestuale del prezzo d'acquisto. Lo stesso vale anche qualora l'acquirente abbia emesso delle cambiali. Non è previsto alcun diritto di ritenzione a causa di una cambiale.

 

4. Riserva di proprietà

a) La merce consegnata resta di nostra proprietà fino al completo pagamento della stessa e in caso di rapporti d'affari con altre aziende, fino al pagamento di tutti i nostri crediti attuali e futuri derivanti dalla transazione commerciale con l'acquirente.

b) In caso di rivendita, l'acquirente ci cede fin d'ora i crediti derivanti dalla rivendita a una terza parte per l'ammontare del valore indicato in fattura della merce soggetta a riserva di proprietà con tutti i diritti accessori che hanno priorità sul resto. Con riserva di revoca, l'acquirente è autorizzato a riscuotere i crediti precedentemente ceduti.

c) L'acquirente è autorizzato a rivendere la merce soggetta a riserva di proprietà solo in una transazione normale e corretta e solo nella misura in cui l'acquirente abbia a sua volta concordato una riserva di proprietà con il suo compratore e i crediti derivanti dalla rivendita vengano di fatto trasferiti a noi. L'acquirente non è autorizzato a prendere altri provvedimenti sulla merce soggetta a riserva di proprietà, in particolare in relazione a cessione di crediti o di garanzie. L'acquirente deve avvisarci immediatamente in caso di pignoramenti e altri interventi da parte di terzi. L'acquirente è tenuto a rimborsare le spese di intervento. In caso di sospensione dei pagamenti, richiesta o dichiarazione di fallimento o in caso di avvio di una conciliazione extragiudiziale, il diritto di rivendita e di incasso dei crediti ceduti decade.

d) Se dopo il recesso dal contratto otteniamo la restituzione della merce soggetta a riserva di proprietà e se in base alle disposizioni di legge siamo autorizzati a richiedere un risarcimento danni invece della prestazione, possiamo cedere in forma privata e nel modo migliore possibile la merce soggetta a riserva di proprietà tutelando gli interessi dell'acquirente oppure rimborsare all'acquirente il valore d'acquisto standard della merce soggetta a riservato dominio al momento del ritiro. Su richiesta dell'acquirente, che può essere avanzata solo subito dopo la restituzione della merce soggetta a riserva di proprietà, un perito nominato pubblicamente e scelto dall'acquirente calcolerà il valore d'acquisto standard. L'acquirente si fa carico di tutti i costi relativi alla restituzione e al recupero dell'oggetto d'acquisto. Le spese di recupero sono pari al 10% del valore di vendita standard, senza necessità di documento giustificativo. La percentuale va aumentata o ridotta se il venditore dimostra che le spese sono maggiori o l'acquirente dimostra che sono inferiori.

e) Se il valore delle garanzie concesse, soggette alla legge fallimentare della separazione della massa concorsuale, supera il nostro credito di oltre il 20% e di oltre il 45% in caso di garanzie soggette a scorporo dei beni, su richiesta dell'acquirente siamo tenuti, a nostra scelta, alla restituzione o allo svincolo delle garanzie.

 

5. Merce in conto deposito

a) Il committente è tenuto a far assicurare a proprie spese la merce in conto in deposito contro incendio e furto. È responsabile della perdita o del danneggiamento della merce e,
in mancanza di assicurazione, anche senza colpa da parte sua.

b) La merce in conto deposito può essere rivenduta solo previo nostro consenso. Fin da ora il committente cede a noi i suoi diritti nei confronti dell'acquirente, in base alle condizioni di cui al

punto 5 b.

c) Siamo autorizzati a far verificare in qualsiasi momento la merce in deposito e a richiederne la consegna a noi o a terzi. Il committente si fa carico di tutte le spese di spedizione ed eventuali spese di riparazione e ripristino.

 

6. Responsabilità per danni da prodotti difettosi

a) Nei rapporti d'affari con aziende e persone giuridiche di diritto pubblico, i danni riscontrabili da un'indagine adeguata vanno notificati immediatamente in forma scritta al momento della ricezione della merce e gli altri danni invece appena vengono riscontrati.

b) I danni dovuti a uso scorretto o a riparazioni o interventi eseguiti senza la nostra autorizzazione non giustificano alcuna pretesa di garanzia per vizi della cosa.

c) Nel rapporto d'affari con imprenditori e persone giuridiche di diritto pubblico, in caso di vizio della cosa siamo tenuti a nostra discrezione a eliminare il difetto oppure a sostituire la cosa con una priva di vizi. Se l'eliminazione dei vizi o la sostituzione avvengono con oltre 4 settimane di ritardo, se il vizio non viene eliminato dopo due tentativi falliti o se è impossibile intervenire ulteriormente, l'acquirente è autorizzato a recedere dal contratto d'acquisto o a ridurre il prezzo d'acquisto. Ulteriori pretese di garanzia per vizi della cosa sono escluse. Restano intatti i diritti legali dell'acquirente a sottoscrivere una garanzia sulla natura della cosa. Per le richieste di risarcimento danni in caso di vizio si applica il punto 8 delle presenti condizioni.

d) I diritti di garanzia per vizi della cosa cadono in prescrizione dopo un anno dalla consegna dell'oggetto d'acquisto in caso di negozi giuridici con aziende e persone giuridiche. Il termine di prescrizione è di due anni in caso di elettrodomestici che sono stati rivenduti al consumatore.

 

7. Risarcimento danni

a) In tutti i casi nei quali l'acquirente è tenuto a un risarcimento danni anziché a una prestazione, possiamo richiedere come risarcimento il 20% del prezzo d'acquisto, salvo dimostrazione della presenza di un danno superiore. L'acquirente può provare che il danno non sussiste o che è sensibilmente inferiore.

b) Si escludono richieste di risarcimento per danni e spese sostenute da parte dell'acquirente (di seguito: richieste di risarcimento danni) a qualsiasi titolo, in particolare in seguito a violazione degli obblighi derivanti dal rapporto contrattuale e in seguito a uso non consentito.

Questo non vale per i diritti basati sulla responsabilità civile da prodotto in casi di dolo e grave negligenza, in seguito a lesioni tali da compromettere la vita, l'integrità fisica o la salute e in caso di violazione di obblighi contrattuali sostanziali. Tuttavia, il diritto al risarcimento danni per la violazione di obblighi contrattuali sostanziali è limitato ai tipici danni prevedibili, purché in assenza di dolo o grave negligenza o di lesioni tali da compromettere la vita, l'integrità fisica e la salute.

c) Se l'acquirente ha diritto ad avanzare richieste di risarcimento danni, queste devono essere presentate entro un anno a partire dall'inizio del termine di prescrizione valido per le richieste di danni. Questo non vale per le richieste di risarcimento danni ai sensi della legge sulla responsabilità per danno da prodotti.

 

8. Diritto di ritenzione

Si esclude qualsiasi diritto di ritenzione da parte dell'acquirente, a meno che non sia legittimato dal rapporto contrattuale stesso.

 

09. Annullamento del contratto

In caso di recesso dal contratto di acquisto in seguito a violazione contrattuale colposa da parte dell'acquirente, possiamo far valere le seguenti pretese:

a) spese particolari dovute al contratto, ad es. provvigioni, spese di spedizione e sostituzione per danni imputabili a colpa dell'acquirente;

b) risarcimento per la cessione d'uso e per la corrispondente riduzione del valore. Solitamente il risarcimento viene calcolato come segue in base alla stabilità del valore: in caso di reso e consegna entro i primi 3 mesi dopo la spedizione 30% del prezzo di vendita e 3% del prezzo di vendita per ogni mese successivo. In caso di transazione commerciale con i consumatori, è consentito loro di dimostrare che non ci sono stati danni né riduzione del valore oppure che l'eventuale riduzione è sostanzialmente inferiore al forfait stabilito.

 

10. Luogo d'adempimento, foro competente, clausola di scelta del diritto applicabile

a) Il luogo d'adempimento delle nostre prestazioni è Gütersloh.

b) In caso di transazioni d'affari con commercianti e persone giuridiche di diritto pubblico, il foro competente per tutte le controversie derivanti dal rapporto contrattuale è la sede dell'azienda Miele & Cie. KG. Tuttavia, l'azienda Miele & Cie. KG ha anche il diritto di citare in giudizio il committente nella sua residenza.

c) Si applica esclusivamente il diritto tedesco.
10/04