Agrilution: Miele entra nel settore del vertical farming

Miele e Agrilution portano la primavera in cucina tutto l’anno. I Plantcube di Agrilution sono unici sul mercato, grazie a una disposizione ordinata di insalate ed erbe dal gradevole impatto estetico e alle condizioni ottimali di coltivazione, che conservano al meglio la sostanza nutritive e il sapore deciso degli ingredienti. Le serre verticali sono ecosistemi chiusi, dotati di stuoie da semina facili da inserire, illuminazione e temperatura controllate e irrigazioni automatica. Il raccolto è privo di pesticidi e altri contaminanti e il Plantcube si gestisce in autonomia grazie ad Agrilution Cloud, un’app intuitiva che fornisce informazioni dettagliate sul processo di crescita e consigli utili per la cura e la raccolta degli alimenti.

“Sempre più persone vivono nelle aree urbane; allo stesso tempo, aumenta l’interesse per una vita più flessibile e consapevole” afferma Maximilian Lössl, co-fondatore di Agrilution insieme al partner Philipp Wagner. “Grazie al nostro Plantcube – disponibile su mercato da marzo 2019 - è possibile coltivare direttamente in cucina insalate, erbe e microgreens, piantine raccolte pochi giorni dopo il germogliamento, che sono particolarmente ricche di aromi e sostanze nutritive”.

Al momento, Agrilution rende disponibili per la coltivazione 25 diversi tipi di insalata, erbe e microgreens, tra cui varietà insolite come il Pak Choi rosso o i germogli di senape indiana Wasabina. I primi raccolti sono pronti da una a tre settimane dopo l'avvio di un Plantcube; successivamente è possibile raccogliere i prodotti giornalmente. Agrilution utilizza solo sementi controllate e geneticamente non modificate e produce le stuoie per la semina nello stabilimento di Monaco, utilizzando al 100% residui tessibili riciclati. Se con la coltivazione tradizionale una singola lattuga necessita fino a 120 liti d’acqua, con Plantcube la stessa quantità basta per approvvigionare la serra per un intero anno.

L’acquisizione da parte di Miele, nel segno della continuità

Il Gruppo Miele ha acquisito l’attività dopo l’inizio delle procedure di insolvenza il primo dicembre, su richiesta di Agrilution a seguito di un finanziamento non concretizzatosi come previsto. Lo storico Gruppo tedesco ha acquisito il marchio, il know-how e le altre attività (un cosiddetto asset deal), trasferendoli alla nuova società Agrilution Systems s.r.l. La consociata al 100% della Miele Venture Capital s.r.l. ha assunto quasi tutti i dipendenti. “Sono lieto che, a stretto giro dopo l’apertura della procedura di insolvenza, sia stato possibile trovare una soluzione efficace per la tecnologia futuristica di Agrilution”, ha dichiarato il curatore fallimentare Christian Gerloff, dello Studio Legale Gerloff Liebler di Monaco di Baviera.

I fondatori di Agrilution Maximilian Lössl e Philipp Wagner saranno amministratori delegati della nuova società, supportata da Gernot Trettenbrein - Responsabile dell'Area Elettrodomestici del Gruppo Miele e Amministratore Delegato della Miele Venture Capital s.r.l. – che si dice convinto “dell’interessante opportunità rappresentata dai Plantcube, negli ambiti della cucina creativa, di nuove esperienze di gusto, di un’alimentazione consapevole e di uno stile di vita urbano”. Sono questi i valori che rendono il concept di Agrilution perfettamente in linea con la filosofia di Miele. “Crediamo fortemente nell’idea, nel modello di business e nella cooperazione a lungo termine con i due fondatori e i loro team”, sottolinea Trettenbrein. Anche i co-fondatori di Agrilution evidenziano l’affinità con il Gruppo: “Miele è un partner solido e affidabile, con il quale possiamo portare avanti il nostro concetto di business, sia a livello tecnico che di marketing”, conclude Philipp Wagner.

 

Miele:

Miele è leader mondiale nel settore degli elettrodomestici di altissima qualità destinati alla cottura tradizionale e al vapore, alla conservazione di alimenti, alla preparazione di bevande, al lavaggio di stoviglie e alla cura di biancheria e superfici. L'azienda, fondata nel 1899, ha registrato un fatturato di 4,16 miliardi di euro nell’anno 2018/19. Miele è presente in quasi 100 Paesi con filiali e importatori propri. In tutto il mondo conta circa 20.211 collaboratori. L'azienda è gestita oggi dalla quarta generazione delle famiglie dei fondatori; la sua sede è a Gütersloh in Germania.

 

Contatti:

PHD

press.miele@phdmedia.com

Elena Schiavone 345 5593622 – Cinzia Dalla Mutta 320 4293202

 

Il vostro referente

Referente

Se avete domande o desideri, chiamateci o inviateci una e-mail. Saremo lieti di aiutarvi.

Per maggiori informazioni