Ancora un anno positivo per Miele: aumento del fatturato del 4,3% e ulteriore consolidamento delle quote di mercato

Agosto 2018 Nr. 75/2018

Gütersloh, 15 agosto 2018 – Miele prosegue la sua solida crescita. Nell'anno commerciale 2017/18 conclusosi lo scorso 30 giugno, l’azienda tedesca a conduzione familiare vanta un giro d’affari di 4,1 miliardi di euro: 167 milioni in più - il 4,3% - rispetto all'anno precedente. Circa 91 milioni di euro provengono dal gruppo Steelco, l’affiliata italiana specializzata in tecnologia medica, per la prima volta confluiti nei bilanci commerciali dell’azienda. In Germania, Miele ha aumentato il fatturato del 2,4%, consolidando ulteriormente la sua posizione nel mercato. A livello internazionale, è il segmento dell’incasso ad aver contribuito in modo esponenziale al raggiungimento di questi risultati. Tra i mercati è quello asiatico a distinguersi. Nel periodo preso in considerazione, sono stati realizzati investimenti per un totale di 272 milioni di euro.

 

Negli ultimi tre anni, Miele è cresciuta più velocemente rispetto al passato ed anche l’anno commerciale 2017/18 ha registrato un andamento promettente. A livello globale, si è percepito un forte raffreddamento del mercato e un ulteriore andamento sfavorevole dei tassi di cambio. La direzione aziendale definisce quindi la crescita registrata nel 2017/2018 come un “segnale molto positivo e convincente”, soprattutto perché per la prima volta nella storia di Miele è stata superata la soglia dei 4 miliardi di fatturato. Calcolato in valute nazionali e senza tener conto delle oscillazioni monetarie, la crescita è addirittura di 7,1 punti percentuali.

Fiducia grazie a qualità e innovazione

Ancora una volta, puntare sulla qualità e sul comfort d’uso dei nostri prodotti si è dimostrata una strategia vincente, rispetto ad azioni di breve termine legate ad esempio alla scontistica”, continua la direzione. Miele rimane sinonimo di affidabilità: con la presentazione del “Forno Dialogo” ad IFA 2017 - il nuovo, rivoluzionario elettrodomestico per la cottura - Miele ha rafforzato la sua leadership innovativa nel settore.

Ad aprile, in occasione di Eurocucina a Milano, Miele ha presenziato in modo importante alla fiera più prestigiosa del comparto cucina. E quest’anno ad IFA Miele presenterà un’altra novità a livello mondiale, che fornirà un’ulteriore spinta al comparto delle lavastoviglie. Lo stesso vale per nuove lavatrici e asciugatrici, con una migliore efficienza energetica e lo sviluppo di ulteriori caratteristiche mirate ad aumentarne la semplicità e il comfort d’uso. Nei confronti dell’anno commerciale 2018/19 - appena iniziato - la direzione si mostra “cautamente ottimista”: nonostante alcune variabili nel contesto macroeconomico, come ad esempio gli effetti della Brexit e alcuni conflitti commerciali, l’azienda dovrebbe poter comunque contare su un’ulteriore crescita, il cui preciso ammontare però non si lascia pronosticare facilmente.

In cucina focus su digitalizzazione con un’offerta interessante

Considerando le singole categorie di prodotto, rispetto all'anno precedente sono aumentate le vendite di piani cottura, forni e macchine per il caffè, in particolare grazie al successo delle linee di prodotto recentemente introdotte: i piani cottura “TwoInOne” con aspiratore integrato, la linea di forni “Active” e, infine, le macchine per il caffè da libero posizionamento della serie CM5. Per quanto riguarda il floorcare, il nuovo aspirapolvere robot Scout RX2 ha decretato il suo successo, con una potenza aspirante triplicata e la trasmissione delle immagini dell’ambiente domestico su smartphone. Miele ha anche aumentato la sua partecipazione nella società coreana Yujin Robot, che produce l’aspirapolvere robot per Miele e intende approfondire ulteriormente la collaborazione. Un’altra importante mossa strategica riguarda i primi investimenti della Miele Venture Capital GmbH fondata nel 2017: Miele partecipa a start-up molto promettenti come loadbee, Plant Jammer, KptnCook e MChef, che sviluppano nuovi servizi digitali capaci di aumentare creatività, comfort e stile in cucine sempre più connesse. In occasione della IFA 2018, la start-up MChef lancerà un servizio gourmet unico nel suo genere a livello mondiale che prevede il delivery di menù esclusivi da preparare con il Forno Dialogo Miele, che ha fatto finalmente il suo ingresso sul mercato, con grande successo.

Importante crescita anche per Miele Professional

Nel comparto Professional il gruppo Miele ha ottenuto un fatturato di 593 milioni di euro. Si tratta del 21,4% in più rispetto all'anno precedente (senza Steelco: più 2,9 %). Con la prima presenza congiunta alla fiera Medica, la più grande a livello mondiale dedicata alla tecnologia medica tenutasi a novembre 2017 a Düsseldorf, è stata definita una nuova ripartizione delle competenze: Steelco svilupperà ulteriormente tutte le attività legate alla produzione e commercializzazione delle centrali di sterilizzazione per cliniche e ospedali, mentre Miele si concentrerà su ambulatori e laboratori. Relativamente alle macchine per la lavanderia e le lavastoviglie industriali, utili da record sono stati raggiunti grazie alle due linee di prodotto “Benchmark” e “ProfiLine”.

Per la prima volta più di 20.000 dipendenti

Al 30 giugno 2018 il gruppo Miele contava in totale 20.098 collaboratori, inclusi i 560 impiegati del gruppo Steelco. Negli stabilimenti tedeschi, nella filiale di Miele Germania e negli head quarter di Gütersloh sono state integrate ulteriori risorse per un totale di 11.225 collaboratori Miele, con una crescita del 3,1%.

Miele ha inoltre partecipato per la prima volta al rinomato premio “Great Place To Work”, ottenendo il primo posto tra le aziende con più di 5.000 dipendenti.

Cospicui investimenti in tutta la Germania

Nell'anno commerciale appena trascorso, Miele ha investito un totale di 272 milioni di euro, il 20% in più rispetto all'anno precedente, che aveva già segnato valori da record. Circa due terzi dell’importo totale sono confluiti nello sviluppo di nuovi elettrodomestici e nell'ampliamento, nella ristrutturazione e nella modernizzazione della produzione internazionale del gruppo Miele. Miele ha aperto nuovi flagship-store (i Miele Experience Center) nelle città di Brisbane, Calgary, Dubai, Istanbul e Astana (Kazakistan).

 


Il testo è corredato di una foto
Foto 1:
(da sinistra) Stefan Breit (Tecnica), Markus Miele (socio amministratore), Olaf Bartsch (Finanze e Amministrazione), Reinhard Zinkann (socio amministratore), Axel Kniehl (Marketing e Vendite). (Credits: Miele)

Il vostro referente

Referente

Se avete domande o desideri, chiamateci o inviateci una e-mail. Saremo lieti di aiutarvi.

Per maggiori informazioni